Successo ad Olbia per “Bianco e Nero – Lo Spettacolo”, patrimonio di tutta la comunità

Successo ad Olbia per “Bianco e Nero – Lo Spettacolo”, patrimonio di tutta la comunità

“Cento Storie di Vita” raccontate in bianco e nero, attraverso un magico connubio di musica, immagini e parole: “Bianco e Nero – Lo Spettacolo” ha fatto tappa sabato 22 Settembre ad Olbia, in una serata organizzata dall’Archivio Mario Cervo (per conto dell’Assessorato alla Cultura) in occasione delle Giornate Europee del Patrimonio (GEP 2018) promosse dal Consiglio d’Europa con l’apporto della Commissione Europea.

Portata in scena nel sagrato della Chiesa di San Paolo, l’opera foto-musicale, capace di raccontare attraverso le fotografie di Luigi Corda e la musica e voce di Beppe Dettori la vita e la storia di 100 centenari dell’Isola, è stata scelta dall’Assessore alla Cultura del Comune di Olbia Sabrina Serra come espressione del patrimonio della Sardegna.

“I centenari sono un patrimonio di saggezza, ci hanno donato con poche parole le risposte a molte domande”, ha dichiarato al termine dello Spettacolo l’amministratore di Kaos Lab Lorenzo Fasolo, ideatore dell’opera e immigrato 18 anni fa in Sardegna, dalla quale non è più riuscito ad andar via, venendo catturato dalla sua bellezza e dalle peculiarità dei suoi abitanti.

Ha aggiunto il regista di “Bianco e Nero” Andrea Lucattelli: “È un privilegio che lo Spettacolo sia stato scelto dal comune di Olbia come espressione del patrimonio sardo”.

Ad emozionare il pubblico che ha gremito Piazzetta Santa Croce ci ha pensato Beppe Dettori (ex voce dei Tazenda), il quale ha affermato: “Ci auguriamo che Bianco e Nero venga diffuso il più possibile. Il messaggio e l’eredità che ci hanno lasciato i centenari sono un dono per noi isolani e un patrimonio per tutta la comunità”.

Presentatore della serata è stato Tommy Rossi, speaker di Radio Super Sound, media partner di Bianco e Nero. Questo il suo commento: “È stata un’emozione fortissima far parte di questo progetto, leggendo la poesia di Charlie Chaplin”.

Lo Spettacolo, “protagonista del tempo” e che si augura di “arrivare lontano”, è adottato dalla Comunità Mondiale della Longevità.

Marco Zucca
No Comments

Post a Comment